All I ever wanted to be

Avete presente quando si è indecisi se creare o meno un blog…allora lo si crea, ma dopo aver pubblicato appena qualche post, lo si elimina…e poi, qualche mese dopo, ci si chiede perché si abbia deciso di fare una cosa del genere?

E’ ciò che è accaduto a me con un blog che, spero, abbia ora trovato “pace”: Being Nasmadie

“Il cambiamento: a volte si insinua lentamente, a volte ti colpisce sulla testa. E a volte giri l’angolo e scopri che sei diversa in una piccola cosa e il mondo non ti sembra più come prima. E adesso da che parte vado? Non ne ho idea, ma per la prima volta sento che è una cosa giusta”

– Erica Strange

Annunci

Illuminami d’ immenso

Scegliere il titolo o, ancora peggio, l’url di un blog/sito, è una delle cose più difficili, a mio avviso. Il titolo può essere modificato in un secondo momento… ma l’url… su quello devi riflettere con attenzione.

Già in passato cercai di aprire un blog dal titolo (e dall’url) “illuminami d’immenso”, ma subito lo chiusi, credendo di non avere niente da scrivere… e proprio da quel momento, le tematiche più disparate si insinuarono nella mia testa! Si perchè, il problema è proprio questo! se hai dove scrivere ti manca l’argomento, se hai l’argomento non hai dove scriverlo! I pensieri [e nel caso del blogghers (non che io mi definisca tale, ma comunque!), i post] migliori sono proprio quelli che formuli sotto la doccia, o mentre sei in treno ad ammirare il paesaggio, o mentre sei a lezione e fai tutto tranne seguire ciò che dice l’insegnante, o quando si suppone tu stia studiando (come la sottoscritta in questo preciso momento! u.u”)… ma di certo non li formuli nel tempo libero passato davanti al computer… quella pagina bianca su cui poter scrivere rappresenta quasi un blocco… e improvvisamente, quel post superfilosofico (e, diciamocelo, magari anche strafigo) che ti eri costruita nella testa, svanisce… non esiste più; cerchi di ricordarlo, ma non ci riesci… qualsiasi cosa tu possa scrivere in quel momento sarebbe soltanto una brutta copia basata sui frammenti di un pensiero potenzialmente sublime.